, ,

BANDO ODONTOIATRIA SOCIALE

Carissimi Soci,

vi informiamo che è online il bando relativo alla selezione pubblica per il conferimento di incarichi di collaborazione esterna relativamente al progetto di odontoiatria sociale.

Vi ricordiamo che le iscrizioni sono da effettuare obbligatoriamente online entro e non oltre il 15 dicembre.

Per partecipare alla selezione iscrivetevi cliccando qui.

 

 

, ,

EMOFORM GLIC®: UN AIUTO CONTRO LO STRESS OSSIDATIVO

Studi scientifici hanno evidenziato lo stretto legame tra diabete e parodontite eppure ancora in pochi sono pienamente consapevoli del legame tra diabete e salute orale.
Tra le conseguenze più comuni con cui i soggetti diabetici devono fare i conti vi sono: secchezza della bocca, alitosi, ulcere della mucosa, sanguinamenti, retrazioni gengivali e perdita di denti.

Il diabete aumenta il rischio della parodontite, tanto da esserne definita la sesta complicanza, mentre la parodontite agisce negativamente sul diabete.
La perdita di elementi dentali viene vista dal paziente come una conseguenza meno invalidante rispetto alle altre complicanze e quindi, nella maggior parte dei casi, il soggetto diabetico tende a dedicarci minore attenzione. È stato invece dimostrato come intervenire sulla parodontite, cominciando a gestirla, può avere effetti positivi sul controllo del diabete.

Nello sviluppo delle patologie orali come la parodontite e sistemiche come il diabete, lo stress ossidativo gioca un ruolo importante. Causato da un eccessivo rilascio di radicali liberi e/o da una riduzione degli agenti antiossidanti, lo stress ossidativo può essere un fattore attivo sia nell’eziologia che nell’evoluzione di malattie infiammatorie come diabete e parodontite. Monitorare lo stress ossidativo può significare prevenire future gravi complicazioni.

Emoform® da oltre 60 anni si prende cura della salute orale con prodotti specifici per ogni esigenza.

Il dentifricio e il collutorio Emoform® Glic pensati per promuovere la salute della bocca in presenza di stress ossidativo sono caratterizzati dall’innovativo sistema LBC COMPLEX, in fase di brevettazione, con rilascio graduale della lattoferrina che le consente di avere elevata stabilità e biodisponibilità.

La formula si completa con:

  • Glicerina e Acido Ialuronico: per contrastare la secchezza della bocca;
  • Menta piemontese: per mantenere la bocca fresca.

 

Consigliata dall’Associazione Italiana Diabetici, la sua formula è stata studiata e testata anche sul paziente diabetico per aiutarlo a migliorare la salute delle sue gengive.

La linea Emoform® Glic di Polifarma Benessere è priva di fluoro, senza lattosio e senza SLS e SLES.

, ,

La soluzione TePe per il mantenimento implantare

Il successo a lungo termine della terapia implanto-protesica dipende da diversi fattori, primo tra cui l’igiene orale.

Fonti ufficiali stimano che dopo dieci anni un paziente su cinque riscontra infezioni e perdita ossea intorno all’impianto.
L’infiammazione perimplantare è comune tra i pazienti portatori di impianti. L’accumulo di placca negli impianti provoca lo sviluppo di infiammazione. Precedenti di malattia paradontale, fumo, mancanza di terapia di sostegno devono essere considerati come ulteriori indicatori di rischio per lo sviluppo della perimplantite (conclusioni da Risk indicators for peri-implantitis. A narrative review by prof S. Renvert).
La pulizia quotidiana attorno ad ogni singolo impianto è fondamentale per prevenire complicazioni. Le principali complicazioni sono: mucosite (43% dei pazienti) e perimplantite (22% dei pazienti(1)). A differenza della parodontite, al momento non esistono concetti stabiliti e prevedibili per il trattamento della perimplantite: la prevenzione assume di conseguenza un ruolo chiave(2). In mancanza di informazioni evidence-based sul trattamento della perimplantite, la cosa migliore da fare è insegnare al paziente a prendersi cura degli impianti fin dall’inizio e pianificare visite di controllo regolari.

Per rispondere all’esigenza di preservare più a lungo la vita degli impianti, TePe ed esperti dentali svedesi hanno collaborato per sviluppare prodotti adatti alla corretta pulizia dell’impianto. Oltre ai suoi noti spazzolini e scovolini, TePe propone alla professione dentale uno strumento di valore, TePe Universal Care™ (nato come TePe Implant Care), che ha riscosso immediato successo nel campo dell’implantologia.
Il collo angolato di TePe Universal Care™, unico nel suo genere, consente di accedere facilmente alle superfici linguali e palatali degli impianti, che risultano essere le più difficoltose da raggiungere per i pazienti. Inoltre, la testina piccola con filamenti lunghi facilita l’accesso sotto la ricostruzione protesica. TePe Universal Care™ è uno spazzolino innovativo raccomandato anche per la pulizia di denti retro-inclinati, apparecchi ortodontici linguali e altre aree difficili da raggiungere.

Per saperne di più e scoprire gli altri prodotti TePe adatti alla pulizia di impianti, consulta il sito www.tepe.com.

 

Fonte bibliografica:
1. Derks J, Tomasi C. Peri-implant health and disease. A Systematic review of current epidemiology. J Clin Periodontol. 2015 Apr;42 Suppl 16:158-171.
2. Jepsen S et al. Primary prevention of peri-implantitis: managing peri-implant mucositis. J Clin Periodontol. 2015 Apr;42 Suppl 16:S152-7. doi: 10.1111/jcpe.12369.
3. Valente NA, Andreana S. Peri-implant disease: what we know and what we need to know. J Periodontal Implant Sci. 2016 Jun;46(3):136-151.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.tepe.com o contatta:
Clementine Dorleans
Marketing Manager
TePe Italia
Email: infoitalia@tepe.com
Tel.: +39 02 93291475
www.tepe.com

TePe Munhygienprodukter AB è un’azienda svedese fondata nel 1965. La gamma TePe di scovolini, spazzolini e stick dentali è sviluppata in collaborazione con esperti dentali con l’obiettivo di promuovere una corretta igiene orale. Tutto il design, lo sviluppo e la produzione avviene nella sede di Malmö. I prodotti sono venduti da filiali presenti in 7 paesi e da distributori in oltre 60 paesi e sono disponibili presso studi dentistici, farmacie e negozi specializzati. TePe conta 320 dipendenti e un fatturato di MSEK 700 (anno 2017).

, ,

CB12 a casa e fuori casa

L’83% dei pazienti* cerca un collutorio che elimini l’alito cattivo. Esiste una soluzione efficace, facile e sempre a portata di mano: il Collutorio CB12.

Scientificamente provato, il prodotto è in grado di rimuovere l’alito cattivo, grazie alla sua formula unica, brevettata e clinicamente testata. A rendere efficace e duraturo il collutorio sono i suoi ingredienti chiave, l’acetato di zinco e la clorexidina, capaci di neutralizzare le sostanze che causano l’alitosi: i VSC.

Basta un solo sciacquo, da trenta secondi a un minuto, per garantire un’azione di 12 ore benefica sull’alito. Inoltre, grazie alla presenza nella soluzione del fluoruro di sodio rinforza lo smalto dei denti. Il collutorio CB12 può essere usato anche in episodi di alito cattivo che possono derivare da parodontite, gengivite, secchezza del cavo orale, o da chi ha dentiere o ponti, tutti casi in cui si possono verificare episodi di alitosi. Per un risultato di 24 ore fare uno sciacquo al mattino e uno a sera.

In più, per avere la soluzione sempre a portata di mano, ci sono i chewing gum sugar free CB12 Boost nelle versioni Strong Mint e Eucalyptus White, gomme che rendono gradevole l’alito ogni volta che si è fuori casa poiché contengono zinco utile a contrastare l’alito cattivo. Donano freschezza immediata grazie all’aroma di menta.

 

*Ricerca online con consumatori in Germania e UK, Luglio-Agosto 2016, base campione: n. 600 utilizzatori di collutorio; profilo dei partecipanti: 50% donne – 50% uomini, 30-60 anni, utilizzatori di un collutorio minimo due volte a settimana. Data on file.

, ,

COMUNICATO STAMPA CONGRESSO NAZIONALE

Bologna, il 16 e 17 novembre 2018, sarà a tutti gli effetti luogo d’incontro per centinaia di Igienisti Dentali provenienti da tutta Italia in occasione del XXVIII Congresso Nazionale AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani) dal titolo: “L’IGIENISTA DENTALE HUB & SPOKE NELLA TRASLAZIONE INTERDISCIPLINARE
ODONTOIATRICA”.

La due giorni bolognese, la cui parola d’ordine è “FORMAZIONE”, ha l’ambizione di riunire in un’unica rete professionisti del mondo odontoiatrico e non, per offrire al paziente percorsi di cura “integrati” in grado di sfruttare i punti di forza di diverse discipline per un approccio preventivo, diagnostico e terapeutico verso il paziente a 360 gradi. Una rete che si ispira allo schema organizzativo Hub & Spoke che vede l’Igienista Dentale come la figura professionale di convergenza e diramazione di informazioni, indicazioni e competenze.

I lavori del congresso saranno aperti venerdì 16 novembre dalla Dott.ssa Antonia Abbinante, Presidente Nazionale AIDI con il saluto alle autorità e a tutti i partecipanti, seguirà una tavola rotonda su Ordini e Albi con gli ultimi aggiornamenti e sviluppi; ricordiamo che questo è il primo congresso nazionale dall’istituzione, con Dm del 13 Marzo 2018, degli albi delle 17 professioni sanitarie.
Di seguito prenderanno parola, in una inconsueta guisa, il Prof. F. Graziani, il Dott. C. Tomasi, il Dott. F. Carboncini , il Dott. R. Rotundo, il Dott. F. Sinibaldi e le Dott.sse S. Bresciano e S. Drivas per un susseguirsi di relazioni, ad alto valore scientifico, incentrate sulla parodontologia. Ai Digital Ambassador AIDI spetterà il compito di chiudere i lavori di venerdì 16 novembre.

La seconda giornata del congresso si aprirà con l’intervento del Dott. R. Knevel un Igienista Dentale australiano, di seguito tre Igieniste Dentali quali la Dott.ssa N. De Chiara, la Prof.ssa G. M: Nardi e la Dott.ssa C. Sanavia che presenteranno, ciascuna, il loro migliore caso clinico.
Nella mattinata di venerdì e nel pomeriggio del sabato si articoleranno 11 corsi monografici interattivi con argomenti che spazieranno dalla parodontologia alla nutrizione, dalla gestione dello stress al mantenimento implantare di successo. Da sottolineare che 3 di questi 11 corsi sono esclusivamente riservati agli studenti CLID e saranno corsi teorico/pratici, di strumentazione manuale e meccanica oltre ad un corso interamente dedicato all’approccio post laurea per proiettare i discenti nel futuro mondo del lavoro.

Perché partecipare al Congresso Nazionale AIDI? Il Congresso rappresenta un occasione unica d’incontro e raffronto per tutti gli Igienisti Dentali, soci AIDI e non soci, perché la vera conoscenza nasce dal confronto.
Ogni Congresso AIDI è occasione di condivisione ed anche di dibattito, in cui discutere tecniche ed approcci terapeutici indirizzati verso un unico obiettivo: LA SALUTE ORALE!

Non resta che darci appuntamento a Bologna il 16-17 Novembre, vi aspettiamo numerosi come sempre!

Gabriella Cagnin
Consigliere Culturale AIDI

, ,

AIDI VALIDATA COME SOCIETÀ SCIENTIFICA DAL MINISTERO DELLA SALUTE

Il ministero della Salute ha pubblicato l’Elenco delle Società scientifiche e delle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie in attuazione dell’articolo 5 della legge 8 marzo 2017, n. 24 (Legge Gelli) e del Decreto ministeriale, che potranno redigere le Linee guida.

Il Ministero si occuperà di aggiornare l’elenco ogni due anni.

Sono 239 le società e associazioni che hanno superato la valutazione sul piano amministrativo, “in quanto hanno presentato tutte uno statuto aggiornato successivamente all’entrata in vigore del Decreto ministeriale”, 18 quelle di interesse odontoiatrico che Odontoaitria33 ha rilevato scorrendo l’elenco ministeriale.

Leggi qui l’articolo di Odontoiatria33.

Clicca qui per scaricare l’elenco redatto dal Ministero della Salute.

, ,

GEL PARODONTALE PLAK® GEL ED EMOFORM® PLAK GEL® ACTIVE

Plak® Gel ed Emoform® Plak Gel® Active, gel parodontali con clorexidina per un’applicazione mirata. Caratterizzati da un’elevata adesività, permettono alla clorexidina di rimanere a lungo nella sede d’applicazione.

Plak® Gel, da sempre amato dal Professionista, è consigliato per un trattamento mirato e limitato a piccole zone della mucosa orale.
Formulato con:

  • – Clorexidina 0,2% ad azione antisettica ad ampio spettro contro i patogeni orali;
  • – Polimeri ad alta affinità per la mucosa orale.

Facile da applicare grazie alla sua colorazione rosa, si caratterizza per il gradevole gusto alla menta. L’utilizzo di Plak® Gel è consigliato:

  • – per un’azione antiplacca intensiva;
  • – per infiammazioni localizzate dovute a patologie parodontali e implantari.

Formato da 30 ml.

A Plak® Gel si è aggiunta la novità Emoform® Plak Gel® Active a base di clorexidina digluconato 0,5% con sistema brevettato NST, No Stain Technology, associato ad attivi per un’azione rigenerante e lenitiva.
È un gel gengivale dal gusto gradevole, aroma menta, con una tripla azione:

  • azione antisettica: grazie alla clorexidina digluconato 0,5% con sistema brevettato NST, No Stain Technology, per ridurre l’incidenza delle pigmentazioni dentali;
  • azione rigenerante: grazie all’acido ialuronico 1%, altamente biocompatibile, forma un film protettivo. Velocizza la rimarginazione dei tessuti;
  • azione lenitiva: grazie all’enoxolone.

Emoform® Plak Gel® Active può essere coadiuvante nel trattamento di:

  • – estrazioni dentali;
  • – inserimento impianti;
  • – disinfezione localizzata di ferite chirurgiche e suture;
  • – traumi, lesioni e ferite di vario tipo o come quelle causate da apparecchi ortodontici o protesi mobili;
  • – afte.

Senza Alcool, senza glutine, senza SLS e SLES.

Formato da 30 ml.

È un prodotto Polifarma Benessere.

, ,

GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’IGIENISTA DENTALE

Volete far conoscere ai vostri pazienti la formula vincente per mantenere in salute il cavo orale?

Il weekend del 13 e 14 ottobre 2018 nelle principali piazze italiane noi igienisti dentali AIDI saremo a disposizione dei cittadini di tutte le età per spiegare le abitudini quotidiane da seguire. La campagna informativa e di sensibilizzazione dedicata alla prevenzione coinvolgerà molte città in tutta la Penisola. Ma il nostro impegno è iniziato già da marzo 2018 con il contest “Sorridi alla Salute”: i giovani studenti di igiene dentale soci AIDI sono stati chiamati a illustrare la loro idea della Giornata Internazionale dell’Igienista Dentale. Le vincitrici sono state le studentesse Beatrice Isidoro e Serena Viggiano, che hanno ricevuto un kit di strumenti parodontali e hanno visto la loro opera pubblicata sulla locandina ufficiale dell’evento (clicca qui per scaricarla).

Ecco quindi che aspettiamo i pazienti nelle piazze italiane con l’obiettivo di insegnarli a tenere sotto controllo accumuli di placca e tartaro, evitando il pericolo di formazioni di carie e patologie parodontali.

Le città coinvolte il 13 ottobre 2018:

Ancona (Centro commerciale Auchan)
Aosta (Porta Pretoria)
Belluno (Centro commerciale Veneggia)
Bolzano (Centro Commerciale Twenty)
Bressanone (piazza Maria Huber)
Genova (via Galata Ang. Via San Vincenzo)
Lamezia Terme (corso Giovanni Nicotera, dalle ore 9 alle 14)
Roma (piazza Del Popolo)
Roseto degli Abruzzi (TE) (via Adriatica 50, dalle ore 8 alle 13)
Sassari (piazza Fiume)
Torino (8 Gallery, Lingotto)
Trento (via Largo Porta Nuova dalle ore 9 alle 13)
Udine (piazza San Giacomo)
Firenze (piazza Pietro Annigoni)

Le città del 14 ottobre 2018:

Bari (Centro Polifunzionale per i Servizi Integrati Futura – Parco Due Giugno)
Faenza (RA) (piazza Della Libertà)
Napoli (via Scarlatti)
Potenza (Piazza Mario Pagano)

Il 27 ottobre 2018 la campagna informativa sarà ospitata a:
San Giuliano Milanese (MI) (Centro Commerciale San Giuliano)

 

Clicca qui per scaricare la locandina ufficiale con tutte le date.

, ,

L’Autumn Meeting si è concluso, avanti verso il Nazionale!

Applausi e partecipazione fuori da ogni previsione per questo Autumn Meeting edizione 2018, svoltosi come di consueto nella cittadina trentina di Riva del Garda.

Il punto focale di questa edizione, “Enamel alterations analysis of systemic and local factors: the point of view of dental hygienist”, si è sviluppato attraverso i numerosi interventi dei nostri esperti, partendo dai difetti di sviluppo dello smalto e remineralizzazione dentaria, passando per il Caries risk assessment, toccando temi relativi all’alimentazione e ai risvolti sulla salute del cavo orale. Non è mancato l’intervento degli AIDI Digital Ambassador Antonia Sinesi e Roberto Salerno, che hanno raccontato alla platea come sfruttare al massimo le soft skills per instaurare una relazione più profittevole con colleghi e pazienti.

Ma non è finita qui. I partecipanti sono stati anche protagonisti di un dibattito interattivo: ben due sondaggi live per mettersi alla prova e testare le proprie conoscenze su salute orale e qualità della vita nei pazienti affetti da sclerosi sistemica e artrite reumatoide, ma anche su come riconoscere un White Spot.

Presenti con noi anche le telecamere di Senza Età, il quotidiano informativo dedicato ai temi della Salute, del Benessere, della Famiglia, della Qualità della Vita, che hanno ripreso i momenti salienti dell’evento. Protagonisti:

Come in ogni nostro appuntamento abbiamo imparato tanto, ci siamo entusiasmati, confrontati e arricchiti a vicenda. Abbiamo condiviso momenti istituzionali e conviviali e non sono mancate risate e divertimento.

Grazie a tutti voi per la passione e l’entusiasmo con i quali portate avanti la nostra professione, e non dimenticate il prossimo appuntamento: ci aspetta il XXVIII Congresso Nazionale!

 

 

                

, ,

FEDERAZIONE NAZIONALE ORDINI: TASSA DI ISCRIZIONE ANNUA E ASSEMBLEE ELETTORALI

Cari soci,

negli ultimi giorni sono emersi due temi meritevoli di particolare attenzione per la loro delicatezza e per l’eterogeneità delle informazioni in circolo e condividiamo con voi le parole scritte da Alessandro Beux, Presidente della Federazione Nazionale Ordini del TSRM:

1- Importo della tassa di iscrizione annua 2018
La tassa di iscrizione annua viene approvata dall’assemblea degli iscritti (art. 6 dei Regolamenti degli Ordini approvati dalla scrivente ai sensi dell’art. 35 del DPR 221/50), è riferita all’anno successivo a quello dell’approvazione (art. 4 del DLgsCPS 233/46) e di importo unico per tutti gli iscritti, almeno sino al 2019, quando le assemblee potranno fruire di quanto loro riconosciuto dall’art. 4 della legge 3/2018.

Pur comprendendo le motivazioni materiali che stanno alla base di chi si domanda perché in autunno deve pagare per intero la tassa d’iscrizione annua, si comunica che questa è la condizione nella quale, da decenni, si trovano i neolaureati TSRM e, presumo, Assistenti sanitari. Pertanto, sia per quanto indicato dalla normativa di riferimento che per l’equità sempre posta alla base delle nostre valutazioni e scelte, non è ammissibile un trattamento differente rispetto a quello al quale sono in questi giorni chiamati i professionisti che si stanno iscrivendo ai relativi albi.

Per una valutazione più obiettiva della questione si ritiene che sia importante tenere conto del fatto che, a differenza delle altre, nel caso della tassa di iscrizione annua le risorse economiche che i professionisti versano si fermano all’interno dell’Ordine e, tolto il contributo alle spese generali, sono direttamente ed esclusivamente destinate alle professioni di riferimento. Lo scorso 8 settembre il Tesoriere nazionale ha presentato la nuova impostazione dei bilanci previsionale e consuntivo di Ordini e Federazione, contenente un capitolo di spesa per ognuna delle 19 professioni afferenti all’Ordine. Sulla base di questa impostazione, più che un balzello la tassa di iscrizione annua deve essere intesa come investimento del singolo professionista a favore della professione alla quale appartiene, perché l’Ordine non è di qualcun altro, bensì dei professionisti iscritti. Inoltre, a differenza delle altre, nel caso delle risorse economiche derivanti dalla tassa di iscrizione annua, i professionisti hanno, col bilancio previsionale, la facoltà di indirizzarne l’allocazione e, col bilancio consuntivo, la facoltà di verificarne l’uso, in termini di aderenza al mandato, correttezza procedurale e documentale ed efficacia.

2- Assemblee elettorali autunno 2018
Relativamente a quegli Ordini che dovranno rinnovare i Consigli direttivi con assemblee da convocarsi nel terzo quadrimestre dell’anno in cui scadono (in questo caso, ottobre-dicembre 2018), nei mesi scorsi è stata posta formale richiesta al Ministero della salute su quale sia il maggior grado di coinvolgimento possibile dei professionisti in assenza dei DM sulla composizione della commissione d’albo e, più pertinente, del Consiglio direttivo.

Stante la situazione attuale vige il comma 14: Fino alla piena funzionalità degli albi delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione sono garantite le attuali rappresentatività e operatività dei tecnici sanitari di radiologia medica in seno ai neocostituiti Ordini, e relativa Federazione nazionale, dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. Il prossimo 2 ottobre pomeriggio avverrà un incontro tra il Presidente del nuovo Ordine e il Direttore della DGRUPS, Dott.ssa Ugenti. Se in quell’occasione si riceveranno elementi utili sul tema, giungeranno tempestivamente agli Ordini.