, ,

AIDI E UNID IN SENATO

di Paola Bilanzone

Il mondo della politica ha aperto le porte in maniera significativa agli igienisti dentali italiani con il I Congresso politico istituzionale, svoltosi nella sala Capitolare del Senato della Repubblica, a Roma, il 24 marzo 2017. I membri del Consiglio direttivo dell’AIDI e dell’UNID hanno contattato e incontrato senatori, ministri ed onorevoli attenti e sensibili alle diverse istanze degli operatori sanitari. In attesa che la Camera riesamini il disegno di legge C 3868 per il riordino delle professioni sanitarie e la tutela della salute dei cittadini in materia di abusivismo professionale, è stata sancita col Congresso un’unione di intenti tra le due associazioni rappresentative presso il Ministero della Salute, per sostenere e salvaguardare la nostra giovane professione.

A moderare l’incontro la dott.ssa Antonella Abbinante, presidente AIDI e il dott. Maurizio Luperini, presidente UNID.

Tra le tematiche discusse: istituzione di Albi e Ordini delle Professioni sanitarie, DDL Responsabilità professionale, inserimento della figura dell’igienista dentale nel pubblico, aggiornamento professionale col sistema ECM, contratto di lavoro, lotta all’abusivismo professionale.

Il senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri, della Commissione Igiene e Sanità del Senato, ha evidenziato l’importanza di puntare a normative snelle per evitare che la terza lettura della Camera non dia risultati infruttuosi, nell’ottica di una creazione di Ordini che non siano vissuti come organismi sindacali ma con una funzione moderna. Albi con valenza pubblicistica per garantire il bene della comunità e per intensificare le attività di vigilanza e controllo sulla professione. Dal Decreto 137 del ’99 che riconobbe la figura dell’igienista dentale come professione sanitaria si ha finalmente una percezione rafforzata della figura e della sua rilevanza sociale, nell’ambito della prevenzione e della promozione della salute.

Interessanti gli spunti di riflessione offerti dal Dottor Lionello Cosentino, già senatore nella precedente legislatura, che si è interrogato sulle forti resistenze che da sempre esistono in Parlamento e sulle pagine di giornali e riviste, verso ogni forma di riconoscimento di tutela professionale che è, invece, da intendersi unicamente come esigenza di tutela degli utenti a garanzia della qualità e della sicurezza dei cittadini. Lo sviluppo e l’entusiasmo legato alla liberalizzazione del mercato del lavoro potrebbero creare problemi insormontabili, esponendo ai rischi di professioni non qualificate, rischio che un’adeguata politica di tutela delle qualità professionali potrebbe facilmente arginare.

Ad aver respirato il grande entusiasmo da parte degli igienisti dentali italiani nel delineare un futuro con punti fermi per la professione, il dott. Antonio Bortone, presidente CONAPS, Coordinamento Nazionale Associazioni Professioni Sanitarie che in chiave non troppo ottimistica, perché protagonista da sempre di un’odissea infinita, ha comunque ancora una volta auspicato il buon esito del riordino delle professioni sanitarie.

Il Ministro Beatrice Lorenzin, del Ministero della Salute, non ha potuto partecipare al Congresso ma ha inviato un saluto all’auditorio , con l’auspicio che i lavori parlamentari che coinvolgono il disegno di legge 3868 si concludano in tempi brevi, per garantire la “giusta serenità nell’esercizio della propria attività a tutela del buon funzionamento del sistema sanitario”. Dal comunicato della senatrice Emilia De Biasi, Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, è emerso un tema importante: il tema della dignità professionale, del lungo cammino formativo e della necessità di rendere autonoma la professione. L’Albo degli igienisti dentali con le altre professioni sanitarie, sarà collocato all’interno dell’ordine quadro dei tecnici di radiologia medica. Dati i numeri esigui, non si può dar vita ad un ordine autonomo, ma per riconoscere la professione è importante che essa sia collocata in un ordine. L’esperto delle professioni sanitarie, Francesco Saverio Proia, ha ricordato che il DDL Lorenzin riguarda, oltre un milione di professionisti, dal medico al podologo, igienisti dentali inclusi.

In tema di sistema ECM, il dott. Sergio Bovenga, del CoGeAPS, Consorzio Gestione Anagrafiche Professioni Sanitarie, ha evidenziato come la qualità delle prestazioni sia strettamente legata alla qualità della formazione che deve essere tirata fuori dalla logica dei punti per farla entrare in quella di uno sviluppo di formazione continua. Un’intelaiatura di percorsi formativi che rispecchi le reali esigenze e necessità delle professioni, più che gli aspetti formali, eviterebbe anche il turismo formativo all’estero. Attualmente coloro i quali non sono iscritti ad un’associazione non sono monitorati dal punto di vista formativo. Da qui l’esigenza di un Albo.

Il Ten. Col. Erasmo Fontana, Comandante del gruppo CC per la Tutela della Salute di Roma, ha minuziosamente spiegato i meccanismi d’azione dei NAS, mostrando i dati dell’abusivismo in Italia in ambito delle professioni sanitarie: 937 casi segnalati nel 2013 contro i 507 del 2016. Dai risultati conseguiti nell’attività di contrasto svolta dai NAS, nel 2013 si registravano 297 casi di esercizio abusivo alla voce Odontoiatri, in cui rientrano anche gli igienisti dentali, contro i 136 del 2016. In Italia esistono 33 nuclei NAS, organo che lavora su attivazione del Ministero della Salute e della Polizia giudiziaria. Questi vigilano sulla tutela della salute pubblica, in tema di somministrazione di farmaci, abusivismo, doping. All’interno di un meta-sistema tra la segnalazione del cittadino e il Ministero della Salute, vengono avviate le ispezioni dei NAS con funzione preventiva e come canale di segnalazione delle diverse condotte lavorative in una sorta di osmosi info-operativa. Conoscere i processi operativi di vigilanza è una rassicurazione per i professionisti sanitari che studiano seriamente, si aggiornano ed esercitano la propria attività con dedizione.

Il vasto capitolo sull’abusivismo professionale è stato approfondito dagli avvocati delle due associazioni promotrici dell’iniziativa in Senato. “Conta tanto la voglia di metterci la faccia, il coraggio di parlare. Attraverso il sito AIDI possono essere inviate segnalazioni che poi dovranno essere circostanziate per arrivare ad un esposto a doppia firma – ha precisato l’avv. Fabrizio Mastro, dell’AIDI. Una brutta vicenda, in tema di abusivismo, è stata raccontata dall’avv. Micaela Cardillo, dell’UNID: alcuni odontoiatri della provincia di Bolzano inviavano le proprie assistenti alla poltrona in Austria e, a fronte di una decina di lezioni, conseguivano il riconoscimento di assistenti alla profilassi sul territorio austriaco. Rientrate in Italia poi, svolgevano appieno l’attività abusiva di igienista dentale. Dopo sette anni di monitoraggio, a seguito di segnalazione da parte dell’associazione, è stata inviata dall’Ordine dei Medici e Chirurghi una lettera di richiamo ai propri associati per prestare attenzione a questi tipi di percorsi formativi non riconosciuti in Italia.

Si deve combattere l’abusivismo, in primis, sotto l’aspetto culturale. La figura dell’igienista dentale viene spesso ancora sovrapposta a quella dell’assistente alla poltrona. Il tema della prevenzione è da affrontare seriamente” – ha aggiunto Fausto Fiorile, presidente AIO. Le pene sull’abusivismo devono essere inasprite, secondo Gianfranco Prada, presidente ANDI, che ha anche evidenziato l’importanza di una vera e proficua sinergia professionale tra odontoiatra e igienista dentale.

L’On. Benedetto Fucci, membro della XII Commissione Affari Sociali, attraverso un messaggio ha espresso alcune brevi valutazioni sulla recente Legge n. 24 del 2017 in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie, esprimendo soddisfazione per gli obiettivi e per l’impianto del provvedimento che interviene sulla gestione del rischio clinico, sulla natura della responsabilità del professionista, sul tentativo obbligatorio di conciliazione, sulle tutele assicurative, sul Fondo di garanzia per i danni derivanti da responsabilità sanitaria, sulle Linee guida elaborate dalle società scientifiche, sulla disciplina relativa ai consulenti dei tribunali. A tal proposito L’avv. Fabrizio Mastro, dell’AIDI, ha affrontato il discorso dell’obbligo assicurativo a carico del professionista che svolge la propria professione al di fuori di una delle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private o che presti la propria opera all’interno della stessa in regime libero-professionale ovvero che si avvalga della stessa nell’adempimento della propria obbligazione contrattuale assunta con il paziente, per i rischi derivanti dalla propria attività.

Il prof. Mario Giannoni, presidente dei Corsi di Studio in Igiene Dentale, ha rimarcato la grande responsabilità che vi è dietro la formazione delle figure professionali, in un momento storico in cui ancora la Sanità italiana non impiega molte risorse economiche nella prevenzione, provocando dei rallentamenti importanti per il fiorire della stessa. Parallelamente esistono numerosi ospedali sul territorio nazionale, come in Friuli Venezia Giulia, dove esistono progetti di prevenzione che valorizzano la figura dell’igienista dentale. Il Prof Giannoni ha infine sottolineato come non si possano avere corsi di laurea professionalizzanti in assenza di docenti dello specifico profilo professionale . La Dott.ssa Saiani, nel suo comunicato ha evidenziato l’impegno della Conferenza Permanente delle Lauree Sanitarie da lei presieduta, per l’inserimento tra i requisiti minimi di un corso di laurea, di un docente universitario strutturato appartenente alla professione e per il riordino dei settori scientifico disciplinari. Nei prossimi mesi il Consiglio Nazionale Universitario (C.U.N.) dovrebbe aprire un tavolo di revisione degli attuali settori e la Conferenza, in collaborazione con la Commissione Nazionale dei Corsi di laurea in Igiene Dentale, ha elaborato una proposta che preveda un unico settore disciplinare contenente le declaratorie del profilo specifico di ciascuna professione sanitaria.

La dott.ssa Barbara Ottaviani, dirigente MIUR, ha parlato dell’ Osservatorio delle Professioni Sanitarie riattivato nel 2016, con l’intento di assicurare una qualità alta della formazione. Vi è, in tale percorso, l’esigenza di rivedere anche i Master professionalizzanti che devono essere impartiti solo in atenei sedi di corsi di laurea di Medicina. “Bisogna prestare attenzione agli sbocchi lavorativi proposti da università on line. Traggono in inganno. Le lauree on line, infatti, non possono essere convalidate a livello sanitario” – ha aggiunto la Ottaviani che, nel corso del proprio intervento, ha parlato del riconoscimento delle lauree conseguite all’estero, da valutare singolarmente sulla base dei percorsi formativi seguiti e con una rigida prassi di integrazione formativa sul territorio nazionale.

Il dott. Angelo Mastrillo, dell’Osservatorio Nazionale PP.SS., si è soffermato sullo sviluppo della professione, decisamente in crescita. Secondo i dati Almalaurea che saranno presentati ad aprile presso l’Università degli Studi di Parma, il 90% dei neolaureati trova uno sbocco lavorativo ad un anno dalla fine del percorso universitario. Ci sono vari punti gestazionali da incrementare, tra cui un personale tecnico che si occupi della proclamazione dei posti accademici in linea con i bisogni del territorio.

Infine tra i temi trattati, ha suscitato interesse e dibattito, lo Statuto Del Lavoro Autonomo il cui iter parlamentare sembra essere giunto alle battute finali, come da rassicurazioni ricevute in uno scritto dall’onorevole Franca Biondelli del Ministero del lavoro e delle politiche sociali . Il DDL, recante misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale , contiene disposizioni che prendono in considerazione le “criticità” del lavoro autonomo nei rapporti con clienti che rivestano una posizione dominante o in caso di partecipazione a gare di appalto e che garantiscono maggiori tutele previdenziali a favore degli iscritti alla Gestione separata del lavoro autonomo.

Il I Congresso politico istituzionale è stato sicuramente un momento importante per mettere a fuoco i punti salienti contenuti nel disegno di legge C3868, un provvedimento complesso che presenta numerose previsioni positive per i professionisti del settore sanitario.

Un grande ringraziamento va a tutti i membri del Consiglio direttivo AIDI, che si impegnano alacremente per far riconoscere la rilevanza sociale della nostra professione.

, ,

Igienisti: primo congresso politico istituzionale congiunto di AIDI e UNID a Roma

Fonte: Dental Tribune

Un’espressione ricorrente al primo Congresso politico istituzionale svoltosi su iniziativa congiunta AIDI/UNID a Roma il 24 marzo, nella prestigiosa sede della Biblioteca del Senato, è stata “la prima volta”. Frasetta che lascia intravvedere un passato ormai lontano ma anche un futuro diverso, come dimostra l’essere riusciti a organizzare un incontro comune, moderato da Antonella Abbinante, presidente AIDI, validamente affiancata da Maurizio Luperini, suo omologo UNID.

Obiettivo dichiarato del Congresso che ha visto per la prima volta dialogare insieme i due sodalizi più rappresentativi degli igienisti dentali è “la stesura di un documento in cui verranno definite le scelte che le due Associazioni intraprenderanno nei prossimi anni in abito pubblico e privato […]”. Seguita subito dopo dall’altra grande finalità che si propongono gli igienisti dentali (e altre categorie, odontoiatriche e non, ndr.): ossia “l’approvazione del disegno di legge per il riordino delle professioni sanitarie”. In parole povere, la tanto auspicata (da parte degli igienisti) istituzione dell’Albo professionale.

Istituzione dell’Albo, ossia un punto talmente importante da diventare il primo della lista di una lunga serie di problemi aperti (abusivismo, ruolo pubblico, sistema Ecm, contratto di lavoro) richiamati nell’agenda del Congresso e dalla cui soluzione dipende il cammino più o meno spedito della categoria.

Per leggere l’articolo completo clicca qui

, ,

Sta per arrivare lo Spring Meeting 2017!

Venerdì 5 e Sabato 6 Maggio 2017 ti aspettiamo a Roma al Centro Congressi Frentani per il nuovo appuntamento con lo Spring Meeting On Oral Hygiene!

Il tema di quest’anno sarà incentrato sulla gestione del paziente a 360°: interverranno diversi professionisti del settore medico-sanitario per fornire ai partecipanti una prospettiva ampia e completa. Grazie al lavoro di squadra e alla collaborazione tra specialisti differenti sarà possibile individuare i percorsi terapeutici più indicati per ogni tipologia di paziente.

Inoltre, è previsto un focus sull’alimentazione e dei momenti dedicati agli studenti universitari di UniversitAIDI.

Le figure specialistiche che saranno con noi :

  • – Ortodontista
  • – Otorino
  • – Logopedista
  • – Fisioterapista
  • – Psicologo
  • – Terapista
  • – Igienista dentale
  • – Gnatologo
  • – Otorinolaringoiatra
  • – Nutrizionista
  • – Patologo Orale
  • – Ortottista

Ecco il link per le iscrizioni: Iscriviti ONLINE

L’evento è in fase di accreditamento ECM per la figura professionale dell’Igienista Dentale. Sarà nostra cura comunicarti il numero dei crediti che saranno attribuiti all’evento.

PER I SOCI AIDI L’EVENTO È GRATUITO FINO AL 23 APRILE 2017. Successivamente il costo sarà di 70,00 EURO.

Ti aspettiamo a Roma!

, ,

Bando dell’Esercito Italiano per professioni sanitarie

È aperto il concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento, a nomina diretta, dei Marescialli da immettere nei Ruoli Marescialli dell’Esercito in servizio permanente con la Specializzazione Sanità. In particolare, tale bando richiede anche 2 laureati in igiene dentale o laureati magistrali in LM/SNT3.

Ecco l’elenco completo

1) per incarico principale/posizione organica di Infermiere: posti a concorso 20;

2) per incarico principale/posizione organica di Fisioterapista: posti a concorso 12;

3) per incarico principale/posizione organica di Igienista dentale: posti a concorso 2;

4) per incarico principale/posizione organica di Tecnico di laboratorio biomedico: posti a concorso 2;

5) per incarico principale/posizione organica di Tecnico ortopedico: posti a concorso 2.

Scarica il bando cliccando qui.

Scarica l’Appendice Esercito cliccando qui.

 

 

, ,

UniversitAIDI Academy 2.0 arriva a Roma

A Roma arriva UniversitAIDI Academy 2.0, l’evento di formazione dedicato agli studenti e ai neolaureati associati ad AIDI.

L’appuntamento romano, previsto per il 25 marzo, avrà luogo presso il Centro Congressi Auditorium Antonianum, situato nel cuore della Capitale, in Viale Manzoni 1.

Il programma sarà del tutto speciale. Durante la giornata di sabato 25 marzo i giovani e futuri igienisti dentali potranno seguire uno dei due corsi offerti da AIDI, scegliendo tra “L’utilizzo della tecnologia laser” e “Strumentazione manuale e meccanica su denti e impianti“. La sera potranno invece svagarsi grazie alla FESTA UniversitAIDI, organizzata dagli studenti.

Chi si tratterrà anche il giorno successivo (domenica 26 marzo) avrà l’occasione di partecipare a un imperdibile tour guidato alla scoperta delle più belle attrazioni e dei monumenti storici di Roma.

L’evento è gratuito e i POSTI DISPONIBILI SONO LIMITATI.
Saranno accettate le prime 100 iscrizioni in ordine cronologico di arrivo per gli studenti e neolaureati in regola con la quota associativa relativa all’anno 2017.

Per visitare la pagina dedicata all’evento clicca qui.
Documenti utili:

programma dell’evento in PDF;
scheda d’iscrizione;
– lista degli alberghi convenzionati con l’iniziativa.

, ,

Per i 10 vincitori di “A Lezione di Sorriso” arriva il Social Club.

Venerdì 10 e sabato 11 febbraio 2017 arriva il Social Club promosso da AIDI Associazione Igienisti Dentali Italiani e Procter & Gamble.

Per questo evento speciale è stata scelta una location altrettanto unica: l’Hotel NHOW di Milano, luogo di design e palcoscenico per mostre d’arte ed eventi fashion situato nel cuore della città.

Il Social Club consisterà in due giornate dedicate ai 10 igienisti dentali (8 professionisti e 2 studenti) vincitori di “A Lezione di Sorriso”, il primo video-contest rivolto agli igienisti dentali soci AIDI e agli studenti di Igiene Dentale affiliati, indetto da AIDI con il sostegno di Procter & Gamble.

I 10 vincitori avranno l’opportunità esclusiva di imparare i segreti del marketing e della comunicazione sui Social Network direttamente da due delle più importanti influencer italiane, che a colpi di video tutorial virali e tweet ironici hanno conquistato migliaia e migliaia di follower su YouTube, Twitter e Facebook fino a diventare veri e propri personaggi tv. Stiamo parlando di AlicelikeAudrey e Angelina.

Si tratterà di due giorni in cui igienisti dentali e influencer avranno modo di confrontarsi ed esercitarsi, per trasformare i soci AIDI in veri e propri social hygienist, in grado di rappresentare dei digital ambassador dell’associazione. Perché oggi prendersi cura dei pazienti, vuol dire anche far prevenzione e corretta informazione sui social network. Ma per farlo, bisogna conoscere strumenti e tecniche.

Ecco, allora, che dalla sua esperienza di youtuber con un canale da oltre 260 mila iscritti, passando per la tv con Detto Fatto e i format web come Maria Express di Trash Italiano, AlicelikeAudrey svelerà agli igienisti AIDI i segreti per incantare il pubblico con i video tutorial e ottenere la massima visibilità.

La tagliente Angelina, top influencer italiana, già concorrente di Pechino Express e V-reporter di The Voice, porterà al Social Club AIDI un pizzico di faccia tosta per raccontare come generare engagement usando ironia e sfacciataggine.

Il Social Club AIDI e P&G, inoltre, prevede anche un momento di formazione più specifica in compagnia di Annalisa Silingardi, Social & Digital Strategist, giornalmente immersa nel mondo della comunicazione online. Parlerà di come sfruttare i nuovi canali per incrementare il numero dei pazienti e svelerà alcuni Tips & tricks dei social network pensati apposta per gli igienisti dentali.

, ,

Convenzione Assicurativa AIDI – ASSITA

Nasce la nuova convenzione assicurativa dedicata ai soci AIDI:  grazie alla convenzione dell’associazione con il broker assicurativo ASSITA, i soci potranno stipulare l’assicurazione R.C. professionale a prezzi scontati fino al 60% .

Oltre a Consulenza e Assistenza garantita senza oneri aggiuntivi, i vantaggi derivanti dalla convenzione AIDI – ASSITA sono:

  1. un prezzo estremamente vantaggioso con le Garanzie più complete del Mercato, quali RETROATTIVITÀ POSTUMA e TUTELA LEGALE ILLIMITATE
  2. la possibilità di stipulare il contratto per 5 anni a Premio Scontato e fisso per l’intera durata della polizza
  3. una Tutela Legale a 360°

 

Ti interesserà anche conoscere alcune caratteristiche di ASSITA:

  • SOLVIBILITÀ. La Compagnia gode di un Indice di Solvibilità tra i più elevati del mercato assicurativo pari a 1,88
  • TRASPARENZA. Le Clausole Contrattuali delle Polizze sono esplicitamente esaustive e favorevoli all’Assicurato:
    • le Garanzie Principali sono ben evidenti sia sulla Proposta che sul frontespizio di Polizza
    • all’ Art. 12 – Retroattività abbiamo specificato “qualunque sia l’epoca in cui è stato commesso il fatto” in modo che sia chiara ed inequivocabile la temporalità illimitata della garanzia

 

Per avere maggiori informazioni visita il sito ASSITA cliccando qui.

, ,

AIDI e AVIS per Amatrice: il progetto “Ripartiamo da qui”

AIDI è anche solidarietà. Il sostegno ai cittadini, la promozione della cultura e della solidarietà sono valori che AIDI condivide e sostiene fortemente. Per questo abbiamo deciso di collaborare al progetto “Ripartiamo da qui”, promosso dall’associazione AVIS sezione Provinciale di Rieti e di contribuire con una donazione in denaro all’acquisto di un’autoemoteca destinata all’Avis Comunale di Amatrice.

 

L’autoemoteca sarà il nuovo punto mobile di prelievo Avis, grazie al quale l’associazione potrà ricominciare la raccolta del sangue nei territori colpiti dal sisma.

Il progetto “Ripartiamo da qui” si rivolge principalmente alla popolazione della Provincia di Rieti con particolare attenzione agli abitanti di Amatrice ed Accumuli. A seguito del disastroso terremoto del 24 agosto 2016 e della conseguente distruzione del punto di prelievo fisso dell’Ospedale “Grifoni” di Amatrice, Avis ha cercato un’alternativa alla struttura ospedaliera per continuare a essere operativa.

Grazie a questo progetto Avis potrà esserlo ancora più di prima e in maniera ancora più efficace. L’autoemoteca, infatti, potrà facilmente raggiungere i piccoli comuni della provincia colpiti dal sisma, adempiendo non soltanto alla funzione primaria della raccolta del sangue, ma creando anche momenti di aggregazione sociale e promuovendo il senso civico e solidale.

, ,

Winter village a Milano dal 18 al 22 gennaio 2017

Il villaggio della salute, la prevenzione in piazza

AIDI dal 18 al 22 gennaio 2017 sarà protagonista del Winter village a Milano: mangiare sano, corretti stili di vita e consulti specialistici.

Un’iniziativa di Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna, con il patrocinio di Regione Lombardia, della Città metropolitana e del Comune di Milano, la collaborazione di 7 Società scientifiche e Associazioni e il contributo incondizionato di Doc Generici.

Prevenzione, buone abitudini e corretti stili di vita: sono i protagonisti del Winter village, il campo base della salute allestito a Milano dal 18 al 22 gennaio 2017 nell’area antistante via Mario Pagano. La manifestazione, promossa da Onda, gode del patrocinio di Regione Lombardia, della Città metropolitana e del Comune di Milano, si avvale della collaborazione di 7 fra Società scientifiche e Associazioni – AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani), AMD (Associazione Medici Diabetologi), Amici di Uri (Associazione Urologi Ospedale San Raffaele), ARCA (Associazioni Regionali Cardiologi Ambulatoriali), SIMG (Società Italiana di Medicina Generale), SIP (Società Italiana di Psichiatria), SOI (Società Oftalmologica Italiana) – e del contributo incondizionato di Doc Generici.

Il villaggio, aperto a tutti e gratuito, offrirà informazioni ed eventi volti a promuovere una corretta alimentazione, ma anche consulti con gli esperti delle principali Società scientifiche e molto altro ancora, compresa una pista di pattinaggio per i più piccoli.

Il percorso è organizzato in quattro sezioni. Si inizia dall’area dedicata al mangiare sano, coordinata dallo chef Matteo Scibilia che grazie ad assaggi, corsi e percorsi svelerà al pubblico i segreti della cucina sana, gustosa e leggera. Si passa poi all’area della salute, dove si potranno avere informazioni sui corretti stili di vita, e a quella dedicata alla scoperta del proprio corpo attraverso un’esperienza digitale di realtà aumentata grazie all’utilizzo di tecnologia oculus che permetterà di comprendere i rischi legati a comportamenti non corretti e l’importanza della diagnosi precoce, delle cure quando necessarie e della continuità terapeutica. Infine i visitatori avranno la possibilità di avere un consulto medico specialistico gratuito in cardiologia, diabetologia, medicina generale, oftalmologia, psichiatria, urologia o una consulenza in igiene dentale.

È prevista anche una raccolta fondi volontaria a sostegno di un progetto di ricerca sulla salute della donna con il coinvolgimento delle Società scientifiche partner del Winter village.

“Da una nostra recente indagine – spiega Francesca Merzagora, Presidente di Onda –  emerge come la salute rimanga lo scopo primario nella vita delle italiane. Per il 69% delle donne infatti il benessere rappresenta una priorità, ma per quanto si abbia più attenzione rispetto al passato, solo il 46% è soddisfatto (70% nel 2006) della gestione della propria salute e 2 su 3 (67%) vorrebbe fare di più. Le principali barriere che ostacolano un’efficace attività di prevenzione sono il costo delle prestazioni (63%) e la scarsa informazione sugli esami di screening da effettuare (24%). Onda, da sempre impegnata nel promuovere la salute della donna e della famiglia, offre quindi la possibilità a tanti cittadini di avere consulti medici gratuiti e di immergersi in un percorso nel mondo della salute. I visitatori – aggiunge Francesca Merzagora – saranno guidati alla scoperta delle diverse aree con la possibilità di ricevere consigli e informazioni da un team di esperti per poter correggere eventuali abitudini non opportune che possono nuocere alla salute”.

“Abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa – commenta Massimo Sgrafetto, Sales & Marketing Director di DOC generici – per dare seguito e supporto a un’attività pregressa che si è svolta in 50 piazze in tutta Italia per valutare gli stili di vita degli italiani. DOC generici è un’azienda che si muove nel mondo della salute: la prevenzione nonché l’attenzione agli stili di vita corretti sono la base della salute e solo in caso di necessità si deve ricorrere all’utilizzo di farmaci e sempre e solo dopo consulto medico. Ci è molto piaciuto – aggiunge Sgrafetto – che accanto alle attività di prevenzione previste nel villaggio da medici di ben 7 Società scientifiche, ci sia anche un’iniziativa volta a sostenere la ricerca”.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.wintervillage.it e la pagina facebook @ondawintervillage .

Per conoscere il programma delle attività scarica la brochure cliccando qui.

, ,

Le Nuove regole della formazione ECM

Si è  svolto  a Roma  il 23 novembre 2016 il  Convegno  Nazionale  del CoGeAPS  (Consorzio Nazionale  delle  Professioni  Sanitarie) dove  sono state  illustrate  le nuove regole  della formazione per  il triennio 2017/2019.

Le novità più importanti sono:

  1. Pur rimanendo  confermato il numero  di  150 crediti  da  acquisire nel  triennio 2017/2019, non  vigerà più il limite di crediti per anno (che consisteva da un minimo di  25 a un massimo di 75), ma si potranno concentrare anche tutti i crediti nello stesso anno solare.
  2. Sono cambiate le regole sui bonus. Nel prossimo triennio 2017/2019 ci saranno  solo due scaglioni così articolati: un bonus  di 30 crediti   se  nel triennio 2014/2016  si sono raggiunti tra i 121 e 150 crediti  e un bonus  di  15  crediti  se  si sono ottenuti dagli 81  ai 120 crediti. Mentre nel triennio che si concluderà a dicembre, si aveva diritto ad  uno sconto di 45 crediti qualora nel triennio precedente  si fossero  acquisiti da  105  a 150 ECM, oppure si poteva beneficiare della riduzione di 30 crediti se  il  bilancio   era tra i 51  e  i 100  ECM ed infine  di 15  crediti se il totale  dei  crediti ottenuti sempre nel triennio precedente era tra  i 30 e i 50.
  3. Sarà possibile per tutti i professionisti (sia liberi professionisti che dipendenti)  autocertificare  crediti per  autoformazione nella misura  del 10%  nel triennio.
  4. Inoltre, nel prossimo triennio entrerà a regime il Dossier Formativo,  senza obbligo  di adesione, che  potrà garantire  un bonus  di 30 crediti.

Non appena verranno pubblicate sul sito CoGeAPS la determina e le regole complete, provvederemo ad informarvi in modo più dettagliato, anche per quanto riguarda esoneri, esenzioni, crediti per tutoraggio e per i relatori.